Carta Vini

Bisogna essere sempre ubriachi.
Tutto sta in questo: è l’unico problema.
Per non sentire l’orribile fardello del tempo.
Del tempo che rompe le vostre spalle
e vi inclina verso la terra,
bisogna che vi ubriachiate senza tregua.
Ma di che? Di vino, di poesia o di virtù,
a piacer vostro. Ma ubriacatevi E se qualche volta sui gradini di un palazzo,
sull’erba verde di un fossato,
nella mesta solitudine della vostra camera,
vi risvegliate con l’ubriachezza già diminuita o scomparsa,
domandate al vento, all’onda, alla stella, all’uccello all’orologio,
a tutto ciò che fugge, a tutto ciò che geme,
a tutto ciò che ruota, a tutto ciò che canta,
a tutto ciò che parla, domandate che ora è;
ed il vento, l’onda, la stella, l’uccello, l’orologio vi risponderanno
“E’ l’ora di ubriacarsi !”
Per non essere gli schiavi martirizzati del tempo, ubriacatevi;
Ubriacatevi senza smettere!
Di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro.
Charles Baudelaire

La nostra selezione vini bianchi

L i g u r i a

Pigato DOC

Si ritiene originario della Tessaglia, nell’antica Grecia, e nei secoli ha trovato poi un ambiente ideale nel comprensorio albenganese, fino ad essere considerato a tutti gli effetti una varietà autoctona. La sua introduzione in Liguria risale presumibilmente alla fine del 1600. Il suo nome deriva dal termine dialettale ligure (in particolare d’Albenga) pigau o pigou, per le sue piccole macchie di colore marrone-ruggine presenti sull’acino, chiamate localmente pighe.
VITIGNI PRINCIPALI: pigato 100%
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 13,5% vol
COLORE: giallo paglierino, più o meno carico
ODORE: intenso, caratteristico, leggermente aromatico
SAPORE: asciutto, pieno, leggermente amarognolo e mandorlato
ABBINAMENTO: piatti di pesce delicati o conditi, dalla sogliola al vapore al polpo in umido, dalla pasta al pesto alla zuppa di pesce

Pigato Cappellania– Azienda Sancio Spotorno

18,00

Pigato - Azienda Agricola S. Dalmazio Albenga

18,00

Pigato - Azienda Sancio Spotorno - mezza bottiglia

10,00

Vermentino DOC

Presente in quasi tutta la Liguria fin dal 1300 ed il bacino Mediterraneo. Sembra avere avuto origine nel Medio Oriente dove era conosciuta come Vermillej. Altri dicono che derivi direttamente dalla Malvasia dell’isola portoghese di Madeira. Questo vino si esprime con caratteristiche diverse a seconda del terreno dove è piantato: nell’estremo levante può avere una morbidezza e rotondità più accentuata simile ai suoi ‘confratelli’ della costa toscana e della Sardegna, nella zona di Genova esprime un carattere più delicato simile a quello che riscontriamo nella Rolle provenzale, nella provincia di Savona ha caratteristiche aromatiche più intense come nel caso del Vermentinu corso, in provincia di Imperia è più corposo.
VITIGNI PRINCIPALI: vermentino 100%
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 13% vol
COLORE: giallo paglierino intenso con riflessi verdognoli
ODORE: ampio, frutta fresca, lieve presenza di salvia, fiori di sambuco
SAPORE: buona struttura, asciutto, armonico, delicatamente fruttato, sapido, caratteristico finale dal fondo amarognolo.
ABBINAMENTO: si sposa molto bene con la cucina ligure a base di pesce ed erbe aromatiche

Vermentino Cappellania - Azienda Sancio Spotorno

18,00

Vermentino - Azienda Agricola S. Dalmazio Albenga

18,00

Vermentino - Azienda Sancio Spotorno – mezza bottiglia

10,00

Lumassina Lilaria IGT

La Lumassina ha messo radici sulle colline del Savonese molti secoli orsono, ma le sue origini rimangono incerte. In Liguria sono stati attribuiti diversi nomi a questo vitigno a frutto bianco: nel Finalese è conosciuta come Lumassina perché, si dice, lo si bevesse per accompagnare piatti a base di lumache chiamate in dialetto “lumasse”; a Noli e Spotorno invece viene chiamata Mataossu; nel quilianese il nome è Buzzetto, a causa del sentore asprigno che procura al vino.
VITIGNI PRINCIPALI: lumassina 100%
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 12% vol
COLORE: giallo paglierino ODORE: caratteristico, delicatamente persistente con sentori di erbe e fiori di campo
SAPORE: asciutto, brioso, leggermente acidulo, rinfrescante per il palato
ABBINAMENTO: antipasti di pesce e frittura di pesce

Lumassina vivace - Lilaria – Azienda Sancio Spotorno

16,00

Sardegna

Vermentino di Gallura Superiore DOCG

Le sue uve vengono coltivate nella fascia collinare del versante sud del monte Limbara, caratterizzata da terreni di disfacimento granitico e da un clima caldo ma di ottime escursioni termiche estive.
VITIGNI PRINCIPALI: vermentino 100%
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 14% vol
COLORE: giallo paglierino brillante con riflessi verdolini
ODORE: fiori bianchi e ginestre, pesca bianca, scorze di agrumi
SAPORE: sapido e fresco
ABBINAMENTO: valido aperitivo, con antipasti di pesce, crostacei e molluschi, calamari ripieni

Vermentino di Gallura Superiore - Sella & Mosca

23,00

Lombardia

Lugana Superior DOC

Prodotto nella zona del basso Garda, su un particolare terreno molto argilloso, residuo delle ultime glaciazioni, ossia la base di quello che era il ghiacciaio che formò il Lago di Garda. Nel comune di Lonato, fra Desenzano e Sirmione, si estende il vigneto di Perla del Garda di circa 30 ettari vicino ad un Santuario da cui il vino prende il nome.
La vendemmia viene svolta esclusivamente a mano, selezionando i grappoli e riponendoli in piccole cassette che vengono in breve tempo condotte in cantina che si trova al centro della vigna consentendo una minima distanza fra i filari e la zona di vinificazione! La cantina è su tre livelli e consente la cosiddetta “vinificazione a caduta”. Al piano di arrivo delle uve avviene la pressatura soffice sottovuoto per le uve bianche e alla diraspatura per le uve rosse, gli acini per i vini rossi e il mosto fiore per i bianchi riempiono a caduta i serbatoi in acciaio al piano sottostante dove si svolge la fermentazione a temperatura controllata. Ottenuto il risultato auspicato il vino riempie i serbatoi e le botti del piano interrato dove si procede all’affinamento in acciaio o in botti di legno. Dal 2013 si sta verificando la produzione di uve da agricoltura biologica , sane e consone alla qualità dei vini che si vogliono ottenere da una superficie di 4 ettari sui 30 complessivi, vitati con Trebbiano di Lugana. Il 50% del vino fa un affinamento di circa 12 mesi in barrique di secondo passaggio.
VITIGNI PRINCIPALI: Trebbiano di Lugana 100%
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 13 % vol
COLORE: giallo dorato luminoso
SAPORE: avvolgente, minerale, perfetta la corrispondenza gusto olfattiva
ODORE: sentori di frutta matura e fiori, pera, pesca gialla, acacia, cedro, licci, camomilla, albicocca, melone, gardenia
ABBINAMENTO: ottimo come aperitivo, con antipasti di pesce e pesce azzurro di cotture elaborate

Lugana Sup. Madonna della Scoperta - Perla del Garda

26,00

Piemonte

Roero Arneis DOCG

Deriva dall’uva Arneis, unica uva bianca autoctona presente nel territorio del Roero sin dal 1400. La Cornarea ha per prima investito per il recupero di questo vitigno, quasi scomparso agli inizi degli anni ’70. Il vitigno originario di quest’area di colline difficili, dure, ripide ma generose Il terreno con caratteristica prevalenza di sabbia e argilla, presenta una elevata quantità di magnesio che caratterizza la collina Cornarea.
VITIGNI PRINCIPALI: arneis 100%
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 11% vol
COLORE: giallo paglierino
ODORE: intenso profumo di fiori bianchi e frutti quali pera, pesca, ananas, frutto della passione
SAPORE: stesse sensazioni del profumo amplificate da un gusto pieno e armonico, grande struttura con finale sapido e minerale
ABBINAMENTO: pesci da cotture delicate, ostriche, risotti con crostacei, antipasti e pesce crudo

Roero Arneis - Cornarea Canale

21,00

Trentino Alto Adige

Gewurztraminer DOC

Imperatore indiscusso tra la categoria dei vitigni aromatici, ha reso famoso l’Alto Adige come patria dei profumi italiani in fatto di vino bianco. Letteralmente “gewurz” significa “aromatico” e il Gewurztraminer è una varietà del vitigno Traminer. Le colline altoatesine della provincia di Bolzano offrono l’ambiente ideale a un vitigno che non ama il caldo, caratterizzato da bei grappoli densi di acini color grigio rosato.
VITIGNI PRINCIPALI: gewurztraminer 100%
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 11,5% vol.
COLORE: da giallo paglierino a dorato
ODORE: aromatico più o meno intenso
SAPORE: pieno, gradevolmente aromatico, asciutto
ABBINAMENTO: come aperitivo, antipasti di pesce, granchi, gamberi, aragoste, piatti gratinati, ed anche come vino da dessert

Gewurztraminer - Tenuta Ritterhof

20,00

Gewurztraminer – Hofstatter Vigna Kolbenhof

32,00

Kerner DOC

Vino profumatissimo recentemente riscoperto dal pubblico italiano, vitigno aromatico a bacca bianca tradizionalmente acclimatato in area tedesca, austriaca e svizzera ma sottoposto alla DOC in Alto Adige sin dal 1993; ha una fase di maturazione tardiva e resiste molto bene alle basse temperature fino a -10°C . Macerazione a freddo per 15 ore, fermentazione alcolica a temperatura controllata in piccoli serbatoi di inox. Segue maturazione sui lieviti per ca. 6 mesi.
La cantina Meran è nata nel 2010 in seguito alla fusione di due tradizionali cooperative di produttori del meranese: la Burggräfler e la Vini Merano. È composta da 380 soci che coltivano 260 ettari di vigneti, un patrimonio di vigne straordinario! La raffinata linea “Graf von Meran” garantisce la più elevata qualità nel pieno rispetto della tradizione, i loro vini sono frutto di vitigni selezionati, coltivati nell’anfiteatro naturale intorno a Merano, a un’altitudine compresa tra 300 e 550 m. impiegando solo materie prime selezionate.
VITIGNI PRINCIPALI: kerner 100 %
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 13% vol.
COLORE: giallo paglierino con riflessi verdognoli
ODORE: profumo delicato di pesca e moscato
SAPORE: ricco, intenso e persistente
ABBINAMENTO: ideale con ricchi antipasti, pesce alla griglia e terrine di verdure

Kerner– Cantine Merano

26,00

Pinot Bianco DOC

Un vino di forte personalità, molto tipico, che si evolverà al meglio dopo una permanenza in bottiglia di un anno. Le uve crescono in un terreno conglomerato di argilla, calce, porfido, ghiaia fine intorno alla tenuta Barthenau ad una altitudine di 450 m.s.l.m. L’ideale posizione di questo vigneto di alta collina, con irradiazione solare ottimale e buon arieggiamento, matura i grappoli alla perfezione. Giornate calde e nottate fresche sono garanti per l’alta acidità e quindi per l’invecchiamento del vino. Solo la denominazione “Vigna” garantisce in Alto Adige la provenienza di un vino da un specifico vigneto. Dopo una macerazione a freddo dell’uva di qualche ora per esaltare le note fruttate del vino, una soffice pressatura e relativa sedimentazione, il mosto fermenta in grandi botti rovere. La maturazione avviene in una botte di rovere di 3.000 per 15 mesi sui lieviti fini che vengono delicatamente mossi settimanalmente (Battonage). Dopo l’imbottigliamento il vino matura per ulteriori 6 mesi in bottiglia.
VITIGNI PRINCIPALI: Pinot bianco 100%
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 13,5 %vol
COLORE: giallo paglierino
ODORE: profumi molto fitti, complessi e variegati, ricordano i fiori e la frutta a polpa gialla con sottili venature speziate
SAPORE: ampio, avvolgente, fine e di buon corpo, bilanciato nella freschezza e pulito nella chiusura
ABBINAMENTO: pesce, crostacei, carni bianche e pollame.

Pinot Bianco - Hofstatter Barthenau Vigna S. Michele

33,00

Friuli

Ribolla Gialla Vinnae IGT

Proviene da un vitigno sicuramente indigeno del Friuli Ribuele per i friulani e Rébula in sloveno. Viene coltivata quasi esclusivamente sulla fascia collinare che da Tarcento arriva attraverso il Carso fino in Istria. L’origine di questo vitigno è alquanto strana ed incerta, sembra sia di origine Greca e che i Veneziani l’abbiano diffusa dapprima a Creta e poi in Italia. In Istria le prime tracce risalgono al 1300. La Ribolla è uno dei vini più ricco di acidità e di medio corpo, piacevole soprattutto d’estate per la sua grande bevibilità e freschezza
VITIGNI PRINCIPALI: ribolla gialla in maggior parte, Tocai Friulano e Riesling Renano
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 13% vol.
COLORE: giallo paglierino chiaro brillante
ODORE: profumo fresco, elegante ed intenso, un fondo floreale e di frutta esotica con sentori di pompelmo e mela
SAPORE: gradevole ed equilibrato, asciutto, fresco e sapido
ABBINAMENTO: ottimo come vino da aperitivo, si accompagna ad antipasti di mare, primi piatti a base di pesce

Ribolla gialla – Jermann Vinnae

29,00

Sauvignon IGT

Nobile vino bianco aromatico di gradevole acidità, sopporta bene l’invecchiamento e sviluppa un profumo intrigante ma equilibrato. Marne prevalenti e arenarie di età eocenica caratteristiche della zona Collio con esposizione sud-ovest, nord-est. Bianco di grande aderenza varietale, vinificato e lasciato maturare in solo acciaio che esprime con delicatezza.
VITIGNI PRINCIPALI: sauvignon 100%
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 13,00% vol
COLORE: paglierino brillante con leggeri riflessi verdolini
SAPORE: asciutto pieno, elegante, equilibrato
ODORE: intenso, persistente, fruttato, con piacevole sentore di fiori di sambuco
ABBINAMENTO: risotti di mare, pesci bianchi salsati, crostacei, eccezionali con l’aragosta e con l’astice

Sauvignon – Jermann

29,00

Umbria

Cervaro della Sala 2017 IGT

Il nome Cervaro deriva dalla nobile famiglia proprietaria del Castello della Sala nel corso del XIV secolo: I Monaldeschi della Cervara. La famiglia Antinori ha acquistato la tenuta nel 1940. La prima annata di Cervaro della Sala prodotta è stata il 1985, introdotta sul mercato nel 1987. Questo vino ha vinto numerosi premi ed ha ottenuto diversi importanti riconoscimenti per la costante qualità dimostrata.
La cantina è costruita per sfruttare appieno il principio della gravità e consente la vinificazione delle uve e la loro macerazione senza che queste subiscano interventi meccanici derivati da azione di pompaggi sulle stesse. La raccolta delle uve viene svolta nelle primissime ore del mattino in modo da far giungere in cantina frutti integri e non stressati dalle alte temperature del giorno. I mosti provenienti da macerazione pellicolare delle uve a 10 °C per circa 4 ore, vengono trasferiti per caduta in serbatoi di decantazione dove illimpidiscono prima di essere trasferiti in barriques; è qui che avviene la fermentazione alcolica seguita da quella malo lattica che determina i tempi di permanenza del vino in barriques. Solitamente dopo 5 mesi lo Chardonnay è pronto per essere trasferito di nuovo nei serbatoi ed assemblato con il Grechetto, che invece viene vinificato separatamente e in “assenza” di legno. Dopo l’imbottigliamento, il Cervaro della Sala rimane ad affinare in bottiglia per alcuni mesi nelle storiche cantine del Castello della Sala.
VITIGNI PRINCIPALI: Chardonnay 85%, Grechetto 15%
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 13%vol
COLORE: giallo paglierino scarico con qualche riflesso ancora verdolino
ODORE: intenso di agrumi, pere e fiori di acacia che fondendosi insieme ai sentori di vaniglia ne aumentano la complessità
SAPORE: vibrante e raffinato, le note dolci di burro e di nocciola si combinano a quelle minerali e sapide
ABBINAMENTO: antipasti caldi a base di pesce e verdure, primi piatti con sughi di pesce o funghi, carni bianche e selvaggina

Cervaro della Sala 2017 - Antinori

48,00

Marche

Podium Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC

Vino di grande struttura, elegante, ricco di profumi e di notevole longevità. Tali caratteristiche gli derivano da una bassissima resa per ettaro, dalla raccolta posticipata di uve selezionate e dalla maturazione per 15 mesi in serbatoi di acciaio inox a 10° C sulle fecce nobili e maturazione in bottiglia per 4 mesi, pressatura soffice dei grappoli interi, pulizia del mosto a freddo e fermentazione a bassa temperatura. La cantina Gioacchino Garofoli rappresenta l’essenza stessa della denominazione del Verdicchio dei Castelli di Jesi; una cantina con una lunga storia che ha saputo dare un’impronta netta e decisa al mondo del Verdicchio. Il “Podium” nasce da una vigna di quasi 20 anni di età, situata a Montecarotto. Un anfiteatro davvero bello che regala suoli sabbiosi ed evidenti zone calcaree.
VITIGNI PRINCIPALI: verdicchio 100 %
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 14,00 % vol
COLORE: giallo paglierino
SAPORE: suadente, morbido, grande carattere, sapidità molto prolungata, caldo ed elegante
ODORE: intenso, elegante, fruttato con sentori di agrumi
ABBINAMENTO: primi piatti e secondi a base di pesce

Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore – Garofoli

26,00

Campania

Falanghina del Sannio DOCG

Il vitigno Falanghina è di origine incerta. Alcuni studiosi lo annoverano tra i pregiati vitigni dell’antichità, altri lo fanno invece risalire alle più moderne coltivazioni della prima metà dell’800, collocandolo in alcune province della regione Campania, ha incontrato in particolari microaree dell’Irpinia e del Sannio le condizioni climatiche e territoriali ottimali per la sua massima espressione. Le sue uve dal grappolo di forma allungata, con acino di media grandezza.
VITIGNI PRINCIPALI: falangina 100 %
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 13,40 % vol
COLORE: giallo paglierino
ODORE: bouquet floreale con note di mango, banana e melone giallo
SAPORE: fresco ed equilibrato
ABBINAMENTO: sautè di cozze, spaghetti allo scoglio, fritture di pesce e insalate di mare

Falanghina – Montesole

18,00

Sicilia

Inzolia IGT

Questo vino proviene da un terreno argilloso ricco di ciottoli levigati dall’erosione, detti cuti, Agro di Salemi e Mazara del Vallo Provincia di Trapani a 160m sul livello del mare. I vigneti Pellegrino sorgono nel lembo più occidentale della Sicilia, caratterizzato da una grande varietà di microclimi. L’area ha la più elevata superficie vitata d’Italia in quanto considerata quella più vocata dell’isola. Qui infatti la luce intensa, il clima secco e asciutto, i terreni freschi, i venti provenienti da sud, gli inverni miti e le precipitazioni limitate creano le condizioni ideali per la produzione di vini di qualità. . Vinificazione tradizionale in bianco con pressatura soffice, fermentazione a temperatura controllata. Affinamento di 2 mesi in acciaio.
VITIGNI PRINCIPALI: inzolia 100%
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 12% vol
COLORE: giallo paglierino tenue
SAPORE: morbido con delicati sentori di melone cantalupo, cedro e limone
ODORE: delicato di zagara, dolci note di pera, melone e pesca gialla
ABBINAMENTO: pesce, saute’ di cozze e vongole

Tareni Inzolia – Cantine Pellegrino

17,00

Lighea DOC

Nell’isola di Pantelleria, da un terreno tipicamente vulcanico e ricco di minerali, dalla vendemmia dello Zibibbo nasce questo vino. Le viti sono coltivate all’interno di conche ad alberello pantesco basse. Lighea, dal nome della sirena dai capelli disordinati color di sole come illustrava in un suo racconto Giuseppe Tomasi di Lampedusa.
VITIGNI PRINCIPALI: zibibbo
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 12,5% vol
COLORE: giallo paglierino brillante con riflessi verdognoli
ODORE: ricco e fragrante, note di zagara, cedro e bergamotto
SAPORE: note fruttate e floreali con finale minerale
ABBINAMENTO: tutti i piatti a base di pesce azzurro, le fritture, insalate gourmet, crudo di pesce

Lighea – Donna Fugata

22,00

FRANCIA

Chablis Dampt AOC

Lo Chardonnay che viene dal freddo! La regione Chablis è la zona vinicola più settentrionale della Borgogna, il clima fresco consente di ottenere vitigni che producono vino con più acidità e sapori meno fruttati dagli Chardonnay coltivati nei climi più caldi. Proveniente da una famiglia di viticoltori per 150 anni, Sébastien Dampt ha creato la sua tenuta accanto a quella del padre portando nuove idee dopo uno stage in Nuova Zelanda e Australia! Dispone di 30 ettari di vigneti in produzione, con 16 ettari di Chablis e 14 premier cru Chablis tra cui in particolare Vaillons Fourchaume, Costa Léchet, Beauroy e Les Lys. “Alle porte della Borgogna”, il terreno è costituito da argilla e calcare marnoso che esaltano il carattere del vitigno sui suoi pendii soleggiati . Elegante, non barriccato, da un terroir famosissimo per la finissima mineralità calcarea , fresco e vivace con accenti mela. Permanenza sui lieviti di 7/10 mesi.
VITIGNI PRINCIPALI: chardonnay 100 %
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 12,5% vol
COLORE: giallo dorato con riflessi verdi
ODORE: ricco, combinazione di frutta a polpa bianca e limone
SAPORE: elegante, carnoso, educato, prolungato in finitura croccante
ABBINAMENTO: pesce alla griglia e frutti di mare

Chablis – Domaine Sébastien Dampt

32,00

Pigato - Azienda Agricola S. Dalmazio Albenga

18,00

Pigato - Azienda Sancio Spotorno - mezza bottiglia

10,00
La nostra selezione di vini rosé

Lombardia

Rose delle siepi

Selezione accurata delle uve, macerazione a freddo, pressatura per gravità in tini di acciaio. Fermentazione a temperatura controllata mediante utilizzo di lieviti selezionati. In acciaio per un periodo di 7 mesi.
VITIGNI PRINCIPALI: Rebo 100%
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 11,5 % vol
COLORE: rosa cipria
ODORE: rosa canina, lampone e fragola
SAPORE: delicato di confetto e fragola
ABBINAMENTO: come aperitivo, con piatti delicati a base di pesce, roastbeef

Lugana Rosé – Perla del Garda

19,00

Trentino Alto Adige

Lagrein Kretzer DOC

Con marzemino e teroldego compone la triade delle bacche rosse autoctone più interessanti del nord-est. Sinonimo di Alto Adige, beverino, fresco e immediato generalmente bevuto giovane, dà il meglio di sé dopo un affinamento in bottiglia.
VITIGNI PRINCIPALI: lagrein 100%
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 12,5% vol
COLORE: rosso rubino chiaro e rosato con riflessi salmone
SAPORE: fresco dal leggero sentore di mandorla
ODORE: delicato e gradevole con piacevoli sfumature di frutta, vaniglia e viola
ABBINAMENTO: antipasti di pesce come gamberi in salsa cocktail, pesce crudo, primi piatti di pesce e baccalà in umido

Lagrein Rosé – Hofstatter

20,00

Puglia

Calafuria IGT

Il Rosato Calafuria di Tormaresca è un vino estremamente piacevole, dai sentori floreali di rosa e gelsomino, elegante e perfettamente bilanciato. L’azienda creata nel 1998 dai Marchesi Antinori si conferma anche grazie a questo Rosato da uva Negroamaro come una delle migliori della regione. Le uve che danno vita a questo Rosato provengono dalla tenuta di Masseria Maime nell’Alto Salento, 350 ettari vitati poco distanti dalla costa adriatica, a metà strada tra Lecce e Brindisi.
VITIGNI PRINCIPALI: negroamaro 100%
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 12% vol
ODORE: intenso e delicato, note fragranti di frutta bianca, pesca e pompelmo, sono ben in equilibrio con gli aromi floreali di viola.
SAPORE: ingresso morbido, gradevole acidità seguito da una decisa sapidità, ottimo equilibrio acidico e persistenza aromatica
COLORE: rosa corallo
ABBINAMENTO: ottimo come aperitivo, piatti a base di pesce e crostacei, verdure e risotti

Calafuria Tormaresca – Antinori

20,00
La nostra selezione di vini rossi

Liguria

Granaccia

Nome scientifico Grenaccia, è di origine spagnola, è stato portato nella zona del quilianese nel secolo XVIII da alcune famiglie locali che avevano avviato rapporti commerciali con la Spagna in particolare con Granada da cui deriverebbe “Granaccia”. La Cantina Sancio ha creato negli ultimi anni la sua Granaccia in purezza dal vigneto di Quiliano ed oggi è grande orgoglio dell’Azienda Sancio!
VITIGNI PRINCIPALI: granaccia
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 14 % vol.
ODORE: ciliegia e vaniglia accennata per il 20% di barrique
SAPORE: ciliegia sotto spirito
COLORE: rosso rubino intenso
ABBINAMENTO: torte di verdure e tonno alla griglia

Granaccia – Azienda Sancio Spotorno

22,00

Piemonte

Barbera d’Asti DOCG

Il vigneto nel comune di Agliano d’Asti sorge su terreni argillosi di colore molto chiaro ricco di marne calcaree, sciolti e leggeri. Le moderne tecniche enologiche finalizzate ad ottenere e conservare nel vino fragranza e vinosità, rendono questo vino estremamente piacevole in gioventù.
L’uva arriva in cantina diraspata e pigiata. La macerazione dura 8 giorni ad una temperatura massima di 28°C. Dopo la svinatura il vino ha completato la fermentazione sia alcolica che malolattica prima dell’inverno. Il vino si affina per alcuni mesi in serbatoi di acciaio inox ed in primavera viene imbottigliato
VITIGNI PRINCIPALI: Barbera 100 %
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 12,5 %
COLORE: rosso rubino vivo ed intenso
ODORE: vinoso e fruttato (prugna e ciliegia)
SAPORE: fresco e fragrante caratterizzato da una piacevole acidità e da un finale di buona persistenza
ABBINAMENTO: piatti non troppo elaborati, antipasti e primi

Barbera d'Asti – Fiulot Prunotto

17,00

Trentino Alto Adige

Pinot Nero DOC

E’ un vino di grande tipicità, adatto ad un consumatore che da un Pinot Nero desidera soprattutto morbidezza, fragranza ed un netto carattere fruttato. Venne introdotto con successo in Alto Adige all’inizio del 19° secolo, ben presto si ebbe la conferma che i dolci declivi e il microclima dell’altopiano di Mazon offrivano le condizioni ideali per produrre Pinot Nero di statura internazionale in un terreno conglomerato di argilla, calcare e porfido.
Le uve vengono separate dai raspi al 75% e per il 25% versate intatte nelle botti. La fermentazione dura circa 10 giorni e durante questo periodo il mosto rimane sempre a diretto contatto con le bucce.
VITIGNI PRINCIPALI: Pinot Nero 100%
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 13,5 %
COLORE: rosso rubino vivace con sfumature granate
SAPORE: ricco di gusto e fine al palato
ODORE: fresco, esuberante, accattivante di piccoli frutti di bosco e di ciliegia, molto armonico, equilibrato, privo di spigoli
ABBINAMENTO: pollame nobile, arrosti, primi piatti con ragù di carne

Pinot Nero Meczan - Hofstatter

23,00

Sicilia

Syrah IGT

Le Cantine Pellegrino hanno fatto la storia dei vini Siciliani fin dal 1880, impegnati nella salvaguardia del territorio in cui operano, coltiviamo le uve in tenute di proprietà esclusivamente con metodo biologico, nel pieno rispetto dell’ambiente. Scelte green riguardano inoltre tutti gli ambiti di produzione, dall’illuminazione alla logistica, dalla gestione dei rifiuti all’utilizzo di risorse idriche, fino al contenimento di ogni forma di inquinamento ambientale.
Questo vino nasce da terreni di matrice argillosa ricchi di minerali, Agro di Salemi e Mazara del Vallo Provincia di Trapani a 100m sul livello del mare. Clima mediterraneo, con inverni miti, precipitazioni limitate, estati molto calde e ventilate. Le uve si raccolgono dalla terza decade di agosto alla prima decade di settembre. Parziale macerazione a bassa temperatura con successiva fermentazione termoregolata. Affinamento di 4 mesi in acciaio.
VITIGNI PRINCIPALI: Syrah 100%
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 14% vol
COLORE: rosso intenso a riflessi violacei
ODORE: intense note di ciliegia nera, melograno, con gradevoli accenni di mora selvatica
SAPORE: elegante e armonico, spiccate note di ciliegia nera e gelso, lievi cenni balsamici
ABBINAMENTO: brasati di carne, arrosti

Tareni Syrah– Cantine Pellegrino

17,00
Le nostre bollicine

Lombardia

FRANCIACORTA E’ il nome del territorio ma al tempo stesso indica il metodo di produzione (metodo classico, della rifermentazione in bottiglia) è anche il nome del vino. La zona di produzione, con le sue splendide colline vitate, è un anfiteatro morenico, a sud del Lago di Iseo votato alla produzione delle migliori bollicine d’Italia:

Cuvée Brut Prestige DOCG – Ca’ del Bosco

18 vigne a Chardonnay, dall’età media di 32 anni, ubicate nei Comuni di Erbusco, Adro, Cazzago San Martino, Corte Franca e Passirano. 2 vigne a Pinot Bianco, dall’età media di 25 anni, ubicate nel Comune di Passirano. 5 vigne a Pinot Nero, dall’età media di 24 anni, ubicate nei Comuni di Erbusco e Passirano. Un gioiello nato nel 2007 da un sapere lungo 30 anni. I vini base, vinificati separatamente in base alla loro diversa origine, dopo la prima fermentazione maturano per 8 mesi. Poi sapientemente assemblati a vini di riserva delle migliori annate (minimo 20%) e permanenza su lieviti per 28 mesi. Questa particolare tecnica conferisce alla Cuvée Prestige una spiccata personalità ulteriormente rafforzata da un affinamento in bottiglia in cantine interrate alla temperatura costante di 12 gradi. Perfetto per ogni occasione!
VITIGNI PRINCIPALI: chardonnay 75%, pinot nero 15%, pinot bianco 10%
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 12,5% vol
ODORE: ricco, di ampio spettro
SAPORE: elegante, morbido, strutturato e molto persistente
COLORE: giallo dorato
PERLAGE: finissimo

Cuvée Brut Prestige DOCG – Ca’ del Bosco

40,00 /750 ml – Magnum € 80,00

Vintage Collection Dosage Zéro 2014 – Ca’ del Bosco

Accurata selezione delle uve e sapiente vinificazione condotta nel pieno rispetto del Metodo Ca’ del Bosco. Le uve, appena raccolte a mano in piccole cassette, vengono classificate e raffreddate. Ogni grappolo viene selezionato da occhi e mani esperte, per poi beneficiare di esclusive “terme degli acini”. Un particolare sistema di lavaggio e idromassaggio dei grappoli, tramite tre vasche di ammollo e un tunnel di asciugatura. Dopo la pigiatura in assenza di ossigeno, tutti i mosti dei vini base fermentano in piccole botti di rovere. Per ricercare la massima complessità aromatica e potenza espressiva, senza perdere eleganza, l’elevage in botte ha una durata di soli 5 mesi. Una coppia di serbatoi volanti permette il travaso dei vini per gravità, dalle piccole botti ai serbatoi di affinamento. Trascorsi 7 mesi dalla vendemmia si procede alla creazione della cuvée. Sapiente unione di 25 vini base di Chardonnay, Pinot Bianco e Pinot Nero che conferiscono al prodotto finito un particolare profilo, puro e sincero. Il dégorgement avviene in assenza di ossigeno, utilizzando un sistema unico al mondo, ideato e brevettato da Ca’ del Bosco. Questo evita shock ossidativi e ulteriori aggiunte di solfiti, rendendo i Franciacorta Ca’ del Bosco più puri, più gradevoli e più longevi. Infine, ogni bottiglia confezionata viene marcata in modo univoco, per garantirne la tracciabilità. 48 mesi di affinamento sui lieviti.
VITIGNI PRINCIPALI: chardonnay 65%, pinot nero 22%, pinot bianco 13%
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 12,5% vol
SAPORE: elegante, morbido ma anche strutturato e molto persistente
PERLAGE: finissimo
ODORE: ricco, di ampio spettro
COLORE: giallo dorato

Vintage Collection Dosage Zéro 2014 – Ca’ del Bosco

60,00 / 750 ml

Alma Cuvée Brut DOCG – Bellavista

Una buona parte dei vini di cui è costituita fermenta e matura per 7 mesi in piccole botti di rovere. A questo grande complesso di varianti olfattive e gustative si aggiungono i profumi e i sapori dei vini di riserva di almeno 6/9 vendemmie precedenti. Il prezioso contributo dei “vini di riserva” affina la costante del gusto di Casa Bellavista e, soprattutto, conferisce al Franciacorta Cuvée Brut una suadenza e finezza inimitabili.
VITIGNI PRINCIPALI: chardonnay 80%, pinot nero19 %, pinot bianco 1%
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 12,5% vol
COLORE: giallo con evidenti riflessi verdognoli
ODORE: ampio e invitante con sfumature di frutta dolce leggermente matura (pere Decana), sottili accenni di clorofilla e vaniglia
SAPORE: pienamente corrispondente al naso, sapido e completo nel retrogusto, spessore e grande armonia
PERLAGE: fine e continuo con abbondante corona; spuma bianca, esuberante e di eccellente persistenza

Alma Cuvée Brut DOCG – Bellavista

40,00 / 750 ml

Veneto

Prosecco di Valdobbiadene DOCG

La viticoltura delle colline di Conegliano Valdobbiadene è molto antica, tanto che il lavoro dell’uomo ha scolpito nei secoli i versanti più soleggiati. L’origine di questo vitigno è misteriosa, per alcuni era addirittura già conosciuto ai tempi dell’impero romano con il nome di Pucino. Il Prosecco è il vitigno che garantisce la struttura base al vino di Conegliano Valdobbiadene, ma Verdisio, Perera e Bianchetta, vitigni considerabili minori e utilizzabili per un massimo del 15%, possono in alcune annate, contribuire a mantenere l’equilibrio organolettico del vino.
Il metodo di spumantizzazione storico è il Martinotti-charmat da cui si ottengono le versioni Brut, Extra Dry (che è la versione tradizionale) e Dry in base alla concentrazione di zucchero residuo dopo la fermentazione in autoclave
VITIGNI PRINCIPALI: prosecco all’85%
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 11% vol
COLORE: giallo paglierino brillante con spuma persistente
ODORE: sentore di agrumi e note vegetali
SAPORE: secco, fresco ed equilibrato, leggermente aromatico
PERLAGE: fine, persistente, assicura la pulizia del palato
ABBINAMENTO: ottimo da tutto pasto, con antipasti di pesce, primi con frutti di mare, piatti di pesce al forno.

Prosecco Brut Superiore o Extra Dry– Dirupo Andreola

20

Prosecco Nero Extra Dry Millesimato – Val d'Oca

23

Sicilia

Traimari

Vino frizzante e leggero che colora con brio l’estate e con le sue bollicine accarezza il palato. Nasce nelle vigne della costa trapanese dove il Mar Tirreno incontra il canale di Sicilia e il gioco delle correnti rende l’area una delle più ricche e pescose di tutto il Mediterraneo. Il dolce soffio marino dona alle uve coltivate lungo la fascia costiera, la giusta verve per divenire vini di grande finezza”. Blend di uve bianche autoctone provenienti da un terreno strutturato di tipo calcareo-sabbioso a 150m sul livello del mare: Agro di Petrosino e Mazara del Vallo Provincia di Trapani. Vendemmia tradizionale precoce, a partire dalla prima decade di agosto nelle prime ore del mattino. Pressatura soffice. Fermentazione a temperatura controllata e presa di spuma naturale in autoclave. Affinamento per circa un mese in autoclave sulle fecce fini.
VITIGNI PRINCIPALI: blend di varieta’ autoctone siciliane
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 11% vol
COLORE: giallo paglierino brillante.
SAPORE: secco e fresco, con piacevoli sentori di agrumi e pesca bianca
ODORE: intenso, persistente, gradevoli note di gelsomino, zagara, cedro
ABBINAMENTO: aperitivi a base di pesce, crudo di mare

Traimari – Cantine Pellegrino

19,00

FRANCIA

Rosé Cremant de Limoux Reserve  Brut – Domaine d’A

La Blanquette de Limoux predilige uve del vitigno tradizionale nominato Mauzac che sono appunto autorizzati da disciplinare e conferiscono giusta acidità finale e morbidezza. C’è chi l’ha definita come una dolce fanciulla ricoperta da una veste gialla pallida che a tratti brilla e si distingue per i suoi riflessi oro. Descrizione poetica che rende l’idea di quello che si sta degustando. Proviene dalla Languedoc , regione vinicola nel sud della Francia, situata sopra la Spagna nella parte che si affaccia sul Mediterraneo.
VITIGNI PRINCIPALI: mauzac 70 %, Chenin Blanc 20 %, Pinot Noir 10%
GRADAZIONE ALCOLICA MINIMA: 12,51% vol
ODORE: sentore di fiori e frutti di primavera, mela verde e miele
COLORE: dorato rosè
SAPORE: sensazione calda dell’alcool misurata e sostenuta da un buon nerbo acido e giusta sapidità
PERLAGE: bollicine nervose che formano con leggeri movimenti splendide catenelle
ABBINAMENTO: ottimo come aperitivo, antipasti di pesce, ostriche, crostacei in genere e persino fritture

Rosé Cremant de Limoux Reserve Brut - Domaine d’A

24,00

Champagne

Famoso in tutto il mondo, prende il nome dalla regione omonima situata nel nord-est della Francia. E’ uno dei pochi vini ai quali sia stato attribuito un inventore, l’Abate Benedettino Dom Pierre Pèrignon. Rimane il dubbio sulla genesi della trasformazione del vino fermo in vino spumante. Una versione afferma che sia nato casualmente per errore durante il processo di vinificazione. Un’altra afferma che l’abate per rendere più gradevole il vino vi aggiungesse dei fiori di pesco e dello zucchero. L’ultima versione, i viticoltori che usavano vinificare le uve di Pinot, si resero conto che il vino invecchiava male nelle botti, decisero di imbottigliarlo subito dopo la fermentazione; nelle bottiglie il vino conservava efficacemente gli aromi, ma aveva il difetto di diventare naturalmente spumante il che comportava lo scoppio di molte bottiglie.

Ruinart Blanc de Blanc

E’ uno dei più prestigiosi Champagne del mondo, spesso indicato dagli stessi francesi come la massima espressione della zona di produzione, forte anche di una storia antichissima che rende la casa Ruinart una delle Maison più rinomate di Francia. Lo Chardonnay, coltivato tra i territori di Cote des Blancs e Montagne de Reims, è la vera anima dello Champagne Blanc de Blancs, che ne rispecchia l’armonia. Dorato, cremoso, equilibrato e fresco, impreziosito da un perlage perfetto., finale rotondo e setoso. Abbinamento ideale con tartare o carpaccio di pesce, antipasti di pesce , pasta al pesce in bianco, crostacei al vapore e fritture.

Ruinart Blanc de Blanc

90,00

Bollinger

I vigneti si estendono su una superficie di 160 ettari situati entro i confini dei grand crus e premiers crus champenois. I vini maturano in cantina per un minimo di 3 anni e l’invecchiamento è oltre il doppio del tempo richiesto dal disciplinare. Champagne elegante, speziato, strutturato e vellutato, ideale con stuzzichini, pesce crudo o alla griglia

Bollinger

80,00

Palmer Reserve Brut

Proviene da una selezione dei più bei terroir della Champagne, il Premiers e i Grands Crus della Montagne de Reims: Trépail e Villers-Marmery. Si distingue soprattutto per la sua finezza ed eleganza., una parte importante dei vini di riserva (30%) gli conferisce pienezza e una rara maturità (4 anni sui lieviti) con 10% Solera. Al naso grande nitidezza, esprime su una ricca tavolozza aromatica mescolando aromi di agrumi, pera, albicocca e alcune sottili note di nocciola e un discreto tocco al burro. La bocca, dolce, carnosa, seduce con la sua bella freschezza. Chardonnay 50 55, Pinot Noir 35 40, Pinot Meunier 10 15, viniRiserva 25 35

Palmer Reserve Brut

60

Philipponnat Champagne Brut Royale Reserve

Nella zona si Ay e Mareuil-sur-Ay la storica casa Philipponat produce questo grande Champagne, che trae la ricchezza del Pinot Nero delle montagne di Reims. Grazie a tre anni di maturazione, questo vino acquisisce la giusta maturità pur non perdendo la freschezza fruttata. Champagne Brut Metodo Classico di medio corpo, con bouquet pulito, ricco di note fruttate e floreali, affinamento 3 anni sui lieviti. Può accompagnare pesce crudo, crostacei e carni bianche in umido

Philipponnat Champagne Brut Royale Reserve

70,00

Stéphane Breton

Gli 8 ettari della famiglia Breton si trovano nel paese di Arrentières en l’Aube nella Cote de Bar, è la zona più a sud dello Champagne. Si produce uno champagne più aperto, con meno mineralità, più beverino ottimo come aperitivo! Assemblaggio: 50% Chardonnay e 50% Pinot Noir, entrambi della vendemmia 2009 uniti ad una percentuale di vini di riserva di vendemmie precedenti. La fermentazione alcolica viene svolta in acciaio. La vinificazione viene effettuata con l’utilizzo della fermentazione malolattica. 24 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 3 mesi di riposo dopo il dégorgement.

Stéphane Breton Brut

42,00

I Nostri vini da dessert

Moscato d’Asti DOCG – Prunotto

Vigneti di Moscato Bianco di Canelli al 100%. Terreno originato da depositi marini di tipo calcareo-argilloso. L’uva, raccolta a mano, è stata pigiata e prima di essere pressata ha sostato per un breve periodo nella pressa per favorire il passaggio degli aromi dalle bucce al mosto.
I grappoli di moscato sono sani, con un’ottima concentrazione di zuccheri, acidi e aromi. Il mosto fiore ottenuto è stato separato dalle fecce per sedimentazione naturale. Successivamente si è innescata la fermentazione fino ad ottenere una gradazione di 5 % di alcol. La fermentazione è stata interrotta mediante la refrigerazione; a ciò hanno fatto seguito la chiarifica, la filtrazione e l’imbottigliamento.
Denso, vigoroso ed elegante, con finale armonico, fresco e piacevole con note di miele d’acacia e biancospino.

Moscato d'Asti DOCG – Prunotto

17,00 / 750 ml

Ben Ryé – Passito di Pantelleria DOP

Bianco naturale dolce di uve Zibibbo (Moscato d’Alessandria). Gradazione 14,5 % vol. Complesso ed avvolgente, al palato è armonicamente dolce, morbido e fresco. Al naso regala note intense di albicocca e pesca, sensazioni dolci di fichi secchi e miele, erbe aromatiche, note minerali. Straordinario vino da meditazione, la sua fragrante dolcezza lo rende perfetto accompagnamento di formaggi erborinati o stagionati, foie gras, ideale con dolci di ricotta e pasticceria secca

Ben Ryé – Passito di Pantelleria DOP

7,00 a bicchiere € 35,00 / 375 ml

Torcolato Maculan

La famiglia Maculan da tre generazioni vinifica e seleziona le migliori uve Breganze, un incantevole paese di collina incastonato come un piccolo gioiello nelle Prealpi Venete. Il vigneto è adagiato sulle colline tufacee di origine vulcanica, vitigno 100% vespaiola.
Dal colore giallo brillante, il bouquet è intenso con note di miele, fiori, vaniglia e legni nobili, dolce e pieno, ha un buon corpo ed un eccellente equilibrio fra acidità e zuccheri. Zucchero residuo 155 g/l. Appassimento dell’uva accuratamente selezionata in fruttaio per quattro mesi. Affinamento per un anno in barrique di rovere francese. Ottimo l’abbinamento con piccola pasticceria secca.

Torcolato Maculan
25 / 375 ml

La Bella Estate – Passito di Moscato

A seguito di 3 anni ricerca sulla surmaturazione dell’uva Moscato, ed in particolare sull’evoluzione degli aromi terpenici, le tecniche di gestione del vigneto sono ormai tese ad ottenere la massima sanità delle uve, condizione indispensabile per permettere di prolungare il processo di maturazione. I vigneti per la produzione de “La Bella Estate” sono situati nel cuore della zona tipica e sono interamente gestiti a basse rese, con specifiche pratiche colturali per portare l’uva alla surmaturazione. A seguito della pigiatura il prezioso mosto viene lasciato a fermentare per circa 25-30 giorni ad una temperatura di 18° C. Segue l’affinamento di circa 12 mesi sui lieviti. In questa fase il vino raggiunge il giusto equilibrio tra la concentrazione degli aromi e la complessità dei profumi.

La Bella Estate – Passito di Moscato

19,00 / 375 ml

Sauternes – Chateau Simon

Le uve del Sauternes sono vendemmiate solamente quando hanno raggiunto lo stadio di supermaturazione. Con il concorso delle nebbie autunnali e dell’umidità recata dal Ciron, ogni acino viene intaccato dalla ” botrytis cinerea ” . Questo microscopico fungo ne metabolizza la buccia e lo priva di una parte dell’acqua contenuta nella polpa, producendo con ciò importanti modificazioni nella sua composizione: riduzione del volume, concentrazione di zuccheri naturali, diminuzione dell’acidità. Gli acini intaccati dal fungo prendono un colore di prugna bruno-violetto e ben presto si raggrinzano e si increspano: ciò concorrerà a rendere il mosto più concentrato nel gusto e nell’aroma.
Nelle vigne, però, l’evoluzione non è omogenea. Gli acini devono essere perciò raccolti uno per uno, nel loro momento migliore, con vendemmie successive. Questa tecnica si chiama ” vendages par tries ” e consiste nel tornare più volte (cinque o sei fino addirittura a 10 o 11) sui propri passi, per raccogliere soltanto gli acini già attaccati completamente dal fungo: al massimo, cioè, della concentrazione e della maturazione. La vendemmia nel ” sauternais ” è quindi particolarmente lunga (da quattro a otto settimane) e la cura e la delicatezza necessarie costituiscono il prezzo della qualità. Le uve, il mosto e i vini, inoltre, non devono entrare mai a contatto con il metallo.
La fermentazione delle uve è molto lenta: dura spesso più di un mese. Oltre la ricchezza di zucchero (da 18 a 20 gradi), produce numerose sostanze aromatiche e conferisce al mosto, prima, ed al vino, dopo, profumi e sapori che ricordano ora le uve passite e i frutti maturi (albicocche e pesche per esempio) ora i fiori più delicati (l’acacia e il caprifoglio).
Prodotto unico nel perfetto equilibrio tra alcool e zucchero non fermentato, il Sauternes è un vino raro anche per la esigua produzione. I vigneti di Sauternes e Barsac hanno infatti un rendimento piuttosto basso, la produzione media mensile si aggira tra i 15 e 20 ettolitri per ettaro: due o tre bicchieri per ” pied de vigne ” all’anno. Come si dice nel ” sauternais “, a ogni ceppo corrisponde in pratica un bicchiere di vino. La fermentazione avviene in botti di quercia e, arrivata ad un certo grado, cessa da sé. I travasi si susseguono nelle diverse stagioni durante due anni circa. Si passa poi all’imbottigliamento, che avviene sempre nei vari ” Châteaux ” , affinché siano i proprietari stessi a garantirne la qualità. Si potrà gustare un vino inimitabile, di un bel colore giallo paglierino con riflessi dorati, che si schiude in bocca con una splendida ” coda di pavone”.
I vigneti si estendono nei comuni di Fargues e Preignac, solo 28 ettari di vigneto Malle sono dedicati allo sviluppo di Sautern, il disciplinare di produzione prevede l’utilizzo dei tre vitigni Semillon 69 %, Sauvignon Blanc 28 % e Muscadelle 3%, sono un’età media di 30-40 anni e una densità di 6.600 ceppi per ettaro. Il “mariàge parfait” ci conduce al fois gras, a formaggi cremosi dolci ma aggressivi e piccanti, a dolci ricchi di struttura, aromi e potenzialità gustativa come mousse, bavarese o savarin anche riccamente cioccolatosi.

Sauternes - Chateau Simon

28,00 / 375 ml

Sorry, the comment form is closed at this time.